giovedì 31 dicembre 2015

AUGURI!


auguro al mondo intero un'attenta analisi del 2015, senza la quale sarà difficile che il 2016 possa essere migliore… 

AUGURI!

giovedì 10 dicembre 2015

dov'è l'amore?

"il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi…(voltaire)

è ciò che accade nel mio studio ed è accaduto anche ad una donna straordinaria che è arrivata da me con un obiettivo molto chiaro: "voglio trovare l'amore!" mi ha detto.

si sarebbe voluta separare da un uomo che aveva amato molti anni fa, ma che dopo il matrimonio era cambiato. troppo delusa, era rimasta con lui per convenzione e, come in un pallottoliere, andava accumulando palline di frustrazione e rabbia. ormai i figli erano grandi e già usciti da casa da tempo, così non trovava più giustificazioni che la trattenessero in quel rapporto desolato ed astioso. 

non ne poteva proprio più! 
era arrivato il momento di liberarsi di tutta quella sofferenza e trovare un amore vero, un uomo gentile e generoso che le volesse davvero bene.

nei suoi racconti, però, c'era sempre qualche piccolo dettaglio che mi sollecitava una simpatica tenerezza verso quel 'mostro' di suo marito. mi dava sempre qualche minuscolo appiglio che accendeva la curiosità ad approfondire, per mettere più chiaramente a fuoco la natura di questo uomo e dei sentimenti di sua moglie per lui. 

trovare risposte alle domande che le ponevo, ha spostato l'attenzione di questa acuta signora, dagli imperdonabili e incorreggibili difetti, a quei lati generosi, gentili e timidi di lui che l'avevano fatta innamorare da ragazza, ma che aveva soffocato dentro una relazione intossicata di aspettative, prepotenze e ripicche. 

partecipare allo stupore e alla commozione di ritrovare quel 'ragazzo', quel suo grande amore, ancora lì accanto a lei e nonostante tutto, mi fa venire i brividi ogni volta che ci penso ed ancora adesso che lo scrivo. 

auguro a tutti di avere ogni giorno, tra urgenze ed incombenze, il tempo per pensare, approfondire e rinnovare lo sguardo sulla vita e sulle persone con le quali, la vita, si condivide.


martedì 8 dicembre 2015

muoversi muoversi

Nove italiani su dieci consumano la vita all’interno della stessa provincia. Talvolta della stessa casa. Uno dei luoghi comuni più diffusi, però anche più veri, riguarda i traslochi di pianerottolo: il figlio esce dall’abitazione dei genitori commossi e si trascina dolorosamente fino alla porta accanto, spesso comunicante con l’altra.  
La scarsezza di risorse economiche e di opportunità lavorative ci mette del suo, ma è indubbio che il brusco taglio delle radici è una pratica che lasciamo volentieri agli anglosassoni. Ci siamo addirittura inventati le università a domicilio: una piccola facoltà in ogni piccola città per non allontanarsi da mammà. 
Eppur ci si muove. Anche da noi i più intraprendenti vanno nel mondo in cerca di sé. Ogni uomo può essere la storia di un vile o di un eroe. Le circostanze condizionano la sua scelta, ma non la determinano del tutto. C’è una fiamma interiore che alla fine prevale persino sulla mancanza di appoggi e di denaro. Chi vuole davvero partire non si preoccupa troppo della meta.  
La vita è come la spedizione di Cristoforo Colombo, che scioglie le vele per raggiungere le Indie e invece scopre l’America. Ma non l’avrebbe scoperta, se non avesse deciso di partire per le Indie. Nessun viaggiatore sa mai esattamente dove approderà. Il viaggio lo costringe a mettersi in ascolto e alla ricerca. E chi incomincia a cercare ciò che ama finisce quasi sempre per amare ciò che trova.
http://www.lastampa.it/2015/12/06/cultura/opinioni/buongiorno/muoversi-muoversi-o2ojfF7txPavCA1qlnIg9K/pagina.html

sabato 5 dicembre 2015

COMPITI PER TUTTI

"chi ti insegna e ti aiuta? chi ti vede per quello che sei veramente? chi ti spinge a realizzare pienamente il tuo destino?

(l'oroscopo di rob brezsny, internazionale del 27 nov. 2015)